Maurizio Simeoli – ottavino

Maurizio SimeoliHa compiuto gli studi musicali presso il Liceo Musicale V. Appiani di Monza sotto
l’attenta guida del M° Giuseppe Rocca, già ottavinista del Teatro alla Scala di Milano dal 1954 al 1984, diplomandosi in Flauto nel 1981.
Dopo avere suonato (1983/84) in qualità di Primo Flauto ed Ottavino presso il Teatro Regio di Parma, nel 1984 vince il concorso per Ottavino indetto dal “Teatro Carlo Felice “ di Genova. Pochi giorni dopo è vincitore del concorso per il posto di ottavinista nell’ “Orchestra del Teatro alla Scala” e nella “Filarmonica della Scala” di Milano.

Da quel momento partecipa a tutte le riprese video/discografiche ed a tutte le tournèes effettuate dalle due Compagini milanesi con i più grandi Direttori dell’ultimo trentennio, da Abbado a Giulini, da Kleiber a Ozawa, da Maazel a Prètre, Barenboim, Chailly, Chung, Dudamel, Gatti, Gergiev, Harding, Muti, Sawallish, Sinopoli, e via dicendo.
Per il Teatro alla Scala suona come Flauto ed Ottavino Solista nell’ambito del “Concerto intorno al Flauto Magico”. Con l’Ottavino incide il brano “SHE” di Franco Donatoni, per l’opera “Atem”. Esegue inoltre i Concerti per Ottavino ed Orchestra d’Archi di A. Vivaldi. Dalla stagione d’opera, balletto e concertistica 2000/2001, a più riprese ricopre il ruolo di primo Flauto nell’Orchestra della Scala e nella Filarmonica della Scala. E’ Socio fondatore dell’ “Ensemble Strumentale Scaligero” col quale si è esibito, come Flauto ed Ottavino Solista, presso le principali Istituzioni musicali internazionali (Teatro alla Scala e Teatro Manzoni di Milano, Teatro del Bibiena di Mantova, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro Ponchielli di Cremona, Festival di Stresa, Primavera Concertistica di Lugano, Festival di Nimes (F), di Crans Montana (CH), di Worlitz e per la Deutsche Kammerorchester di Berlino (D), oltre che alla Suntory Hall e alla Kioi Hall di Tokyo, alla Kitara Concert Hall di Sapporo, a Mosca, Bucarest, Warsaw, Detroit, ecc.).

Lo stesso dicasi per l’attività svolta con “I Cameristi del Teatro alla Scala”. E’ altresì Socio del “Parma Opera Ensemble” in qualità di Flauto ed Ottavino Solista.
Nel 2009, in trio con D. Formisano (Fl) e Ph. Moll (Pf), si è esibito alla Alley Hall di Tokyo. Nello stesso anno, presso il Teatro alla Scala di Milano, ha partecipato quale solista al concerto di festeggiamento per il settantesimo compleanno del M° Sir J. Galway. Molto proficua è stata la sua collaborazione con l’Orchestra “I Solisti Veneti” diretti dal M° Claudio Scimone, sotto la cui direzione ha registrato dal vivo, per la terza rete TV della RAI, il Concerto in Do Maggiore per Ottavino ed Orchestra d’Archi di A. Vivaldi. E’ spesso invitato a far parte di Giurie d’importanti concorsi internazionali. E’ stato docente di Ottavino presso l’ “Accademia del Teatro alla Scala” e tiene corsi e master classes presso importanti Istituzioni Musicali italiane (Conservatorio di Milano, Torino, Novara, Ancona e Matera; Festival di Portogruaro). Nell’agosto 2000 è stato invitato al “Gazzelloni Festival” mentre nel 2005 è docente ospite al “Conservatorio Superiore di Musica di Parigi” e nel 2008 presso la Hochschule di Stoccarda. Al concorso di Primo Flauto indetto dal “Teatro alla Scala” nel 2001, è stato ammesso all’unanimità alla fase finale quale miglior Candidato semifinalista; è poi secondo alla prova finale. Col supporto organizzativo della rivista flautistica “FaLaUt” ha ideato e realizzato il “Piccolo Meeting”, primo meeting ottavinistico al mondo (ed. 2006, 2007, 2008).
Per Yamaha, ha completato l’ideazione e realizzazione di un nuovo Ottavino, lo YPC 91 e 92 Maurizio Simeoli Model, ufficialmente presentato a Francoforte durante la Musikmesse 2011.
Nel 2011 è ospite, come primo flauto ed ottavino, della “Human Rights Orchestra”.
La produzione discografica lo vede impegnato coi cd: “The Magic Piccolo”, con Musiche di Vivaldi, Morlacchi, Chopin, Godard, Borne e Bolling (Ottavino, Flauto e Flauto Alto) e “Piccolo Plays Vivaldi”, contenente i due concerti in Do Maggiore per Ottavino, i due concerti in Sol Maggiore e quello in sol Minore (La Notte) dall’opera 10 per Flauto, tutti eseguiti col Piccolo (YPC 92 MS).
Con Bruno Cavallo e Carlo Tabarelli è co-fondatore del sito “The Flute Center of Milan” e della “Scuola italiana del Flauto e dell’Ottavino” (www.flutecenterofmilan.it).
Dal gennaio 2011 lascia il Teatro alla Scala per dedicarsi completamente all’attività solistica e didattica.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close